Consigli Utili

COME DIFENDERSI DALL’INQUINAMENTO?
COSA POSSIAMO FARE?

 

Ecco alcuni semplici modi per ridurre l’esposizione all’inquinamento e partecipare al miglioramento dell’ambiente:

 

 

Inquinamento atmosferico esterno (outdoor):

  • Usate l’auto soltanto quando è indispensabile, privilegiando i mezzi pubblici oppure spostandovi a piedi o in bicicletta.
  • Evitate di portare i bambini in strada nelle ore di punta quando il trafco è intenso e/o rallentato. Se questo non è possibile tenete i piccoli in braccio o al marsupio, per allontanarli dagli scarichi nocivi dei veicoli a motore.
  • Riducete il più possibile l’esposizione a trafco veicolare durante la gravidanza.

 

 

Inquinamento interno (indoor):

  • Non fumate e non permettete di fumare in casa e in auto: le nestre o i nestrini aperti non aiutano.
  • Ventilate per 48-72 ore i locali dove vengono collocati mobili nuovi in truciolato e/o compensato, tappeti nuovi o nuove tappezzerie.
  • Lasciate all’aria gli abiti lavati “a secco” prima di riporli.
  • Limitate drasticamente l’uso di insetticidi, erbicidi, fungicidi, tarmicidi.
  • Non usate padelle/pentole antiaderenti grafate o consumate.
  • Evitate o limitate l’uso di tessuti trattati (idrorepellenti, antimacchia).
  • Privilegiate vetro o ceramica come contenitori per gli alimenti.
  • Garantite una buona ventilazione degli ambienti, soprattutto durante le pulizie.
  • Risciacquate abbondantemente le superci su cui sono stati usati detergenti chimici, ma soprattutto privilegiate prodotti ecologici (bicarbonato, aceto).
  • Limitate l’uso delle stampanti laser.
  • Per i vostri bambini: preferite pennarelli o evidenziatori a base acquosa, comprate matite colorate, fateli giocare con i colori all’acqua.

 

 

Inquinamento elettromagnetico:

  • Limitate al massimo l’uso dei cellulari soprattutto da parte di bambini e adolescenti (utilizzate il vivavoce o un auricolare, tenete il telefonino lontano dal corpo, scrivete anziché parlare).
  • Non chiamate quando il segnale è debole (una barra o meno): un minor numero di tacche signica che il telefono emette più radiazioni per ricevere il segnale dal ponte radio.
  • Attendete il collegamento al ponte radio prima di mettere il dispositivo all’orecchio (i cellulari emettono più radiazioni quando provano a connettersi).
  • Guardate la televisione ad almeno 2 metri di distanza.
  • Non lasciate in funzione coperte elettriche o termofori quando siete a letto, soprattutto in gravidanza.
  • Non tenete radiosveglie e altri apparecchi elettrici vicino alla testa, in specie durante il sonno.
  • Non sostate a lungo vicino ad elettrodomestici in funzione e tenete l’asciugacapelli lontano dalla testa.
  • Limitate l’uso di elettrodomestici non indispensabili (spazzolini elettrici, rasoi elettrici, arricciacapelli..).
  • Tenete gli apparecchi per la sorveglianza ad almeno 50 cm dalla testa dei neonati.

 

 

E in più per l'ambiente e la salute:

  • Per le neo-mamme privilegiate l’allattamento al seno perché, oltre agli enormi vantaggi già noti da decenni, potrebbe avere effetti positivi quale “antidoto” nei confronti di molte sostanze tossiche.
  • Riducete, almeno durante la gravidanza, l’allattamento e la prima infanzia, i cibi potenzialmente più ricchi di sostanze pericolose (come il pesce di grossa taglia, specie se in scatola e di provenienza incerta).
  • Leggete sempre con attenzione le etichette dei cibi che acquistate.
  • Privilegiate il consumo di frutta e verdura fresca e di stagione, preferibilmente biologica.
  • Lo smaltimento dei rifiuti provoca inquinamento quindi: riducete la produzione, separate l’umido e le altre frazioni (carta, plastica, vetro), riutilizzate, riciclate.
  • Riducete il rumore: abbassate il volume. Un ambiente di vita rumoroso può causare difcoltà di apprendimento, disturbi dell’umore e del sonno, cefalea.
  • Non accendete luci inutilmente. Insegnate sempre ai bambini a spengere la luce quando escono da una stanza.
  • Utilizzate lampadine a basso consumo energetico e acquistate elettrodomestici (frigorifero, lavastoviglie ecc.) di classe A.
  • Non lasciate TV, videoregistratore, computer o altri apparecchi elettronici in “stand-by”.
  • Non lasciate inseriti caricabatteria degli apparecchi portatili.
  • Usate con moderazione i condizionatori di aria.

 

 

Inquinamento e Farmaci:

  • i prodotti non utilizzati o scaduti non devono essere smaltiti con i normali rifiuti o nella rete fognaria, ma devono essere riposti negli appositi contenitori presso la Farmacia Apoteca Natura di fiducia;
  • è inoltre necessario evitare l’abuso di medicinali superflui o inutili, attenendosi rigorosamente al consiglio del Medico o del Farmacista;
  • in riferimento all’uso di antibiotici, si consiglia di assumerli solo se necessario e non usarli per curare l’influenza o il raffreddore in assenza di complicazioni batteriche, tranne diversa indicazione esplicita da parte del Medico.

 

 

Conclusioni

Ove le prove scientiche siano ancora controverse, ma indichino un rischio, è indispensabile far appello al Principio di Precauzione che suggerisce misure preventive senza attendere il danno conclamato. L’unica soluzione per limitare gli effetti di un inquinamento sempre più pervasivo, è rappresentata dalla prevenzione primaria e quindi dalla drastica riduzione, sia della produzione e immissione in ambiente (biosfera e catene alimentari) di sostanze inquinanti, sia dell’esposizione individuale a tali inquinanti, con particolare attenzione alle condizioni sensibili: soggetti in età fertile, contesto materno-fetale, infanzia. Appare evidente come un insieme di informazione corretta, responsabilizzazione e attenzione quotidiana potrebbe contribuire a ridurre l’inquinamento e i rischi per la salute umana e, in particolare, per la salute infantile e per quella delle generazioni future.
E’ urgente modicare gli ambienti di vita nel senso di una maggiore rispondenza ai bisogni dell’uomo, con particolare attenzione ai soggetti vulnerabili. Fino a quando possiamo finngere di non vedere o sapere?